skip to Main Content

Cyber Warfare, Team OneFist colpisce ancora la Russia nello Spazio

Team OneFist colpisce ancora la Russia nello Spazio. “Zittito” l’intero network dei satelliti Gonets-M, grazie alla distruzione dei database CRM/billing. Il gruppo dell’IT Army of Ukraine sta causando pesanti danni a Mosca

Nuova mazzata del Team OneFist ai satelliti russi nell’ambito della sua cyber warfare nello Spazio. Dopo aver hackerato almeno 12 ground stations del network Satis, utilizzate per le comunicazioni con le miniere e i giacimenti in aree remote attraverso i Yamal 401 e gli Ekspress-AM6 (Operation Polaris), il gruppo dell’IT Army of Ukraine ha preso di mira per oltre un giorno il Gonets-M (Op Pleiades). In particolare, gli hacker hanno distrutto i database CRM/billing, silenziando di fatto l’interno network. Il DB, infatti, è una parte importante del sistema: affinché un cliente invii o riceva un messaggio, deve avere un account attivo, che viene verificato ogni volta. Se non risultano account, i messaggi non vengono inviati e di conseguenza l’intera infrastruttura viene “zittita” fino al completo ripristino, che comunque richiede tempo per essere effettuato. I membri del team stanno causando notevoli danni alla Russia; non a caso sono finiti nella black list di Mosca e sono attivamente ricercati.

Back To Top