skip to Main Content

Apple, la cyber security a rischio grazie a un cavo lightning “armato” di Wi-Fi

Apple, La Cyber Security A Rischio Grazie A Un Cavo Lightning “armato” Di Wi-Fi

Contro i dispositivi Apple arrivano anche le minacce cyber derivate da prodotti fisici. Il white-hat hacker _MD_ crea “O.MG Cable”: cavo lightning simile all’originale, ma con un Wi-Fi nascosto

La cyber security per il prodotti Apple si complica, anche dal punto di vista fisico. I sistemi del gruppo di Cupertino, una volta immuni agli attacchi hacker, negli ultimi mesi hanno subito un’impennata di minacce cibernetiche con aggressioni sempre più complesse e invasive. A esse si aggiungono oggi dispositivi “reali”, che potrebbero aiutare gli aggressori a raggiungere i loro obiettivi. Ciò anche se le vittime adottassero un comportamento esemplare su tutto, dalle connessioni a Internet all’uso degli apparecchi. Che siano smartphone e tablet o computer con macOS. Un ricercatore, soprannominato _MG_, ha creato un cavo lightning (quello che si usa per ricaricare il telefono o connetterlo al Mac), chiamato “O.MG Cable”. Assomiglia molto all’originale, ma è dotato di un Wi-Fi integrato segreto. Di fatto permette di assumere in remoto il controllo del dispositivo, a patto però che l’attore sia collegato alla stessa rete Wi-Fi.

Grazie al cavo, un attore malevolo può scaricare malware, aprire siti di phishing e altro sul dispositivo o computer collegato. Senza che il proprietario ne sia a conoscenza e con buona pace della cyber security

Il cavo lightning truccato, una volta collegato, permette al suo gestore di scaricare malware e vari payload, aprire siti di phishing e altro. Peraltro a totale insaputa del suo utilizzatore, con tanti saluti alla cyber security e a tutte le procedure adottabili per ridurre i pericoli di hacking sui dispositivi Apple. “Sto lavorando per crearne alcuni – ha affermato _MG_ in un post sul suo blog -, al fine di distribuirli ai ricercatori e a chi lavora nell’industria” cibernetica. L’esperto informatico, infatti, è un white-hat hacker, cioè uno specialista che opera per aiutare a colmare le lacune nella sicurezza informatica. Ma cosa succederebbe se prodotti di questo tipo fossero usati dal cybercrime o da hacker di stato? Il pericolo è molto elevato e concreto, in quanto la maggior parte degli utenti non usano accessori originali sui i loro dispositivi.

Back To Top