skip to Main Content

NATO, i PzH2000M dell’Esercito Italiano aggiornati grazie alla NSPA

La NATO, tramite la NSPA, ha aggiornato i PzH2000M (Panzerhaubitze 2000) dell’Esercito Italiano. I pezzi d’artiglieria sono in grado ora di operare in scenari caratterizzati da elevate temperature e hanno migliori dotazioni di sicurezza per gli equipaggi

La NATO, tramite l’Agenzia per il Supporto e il Procurement (NSPA), ha completato il programma di modifica del PzH2000M (Panzerhaubitze 2000) per l’artiglieria dell’Esercito Italiano. La nuova variante espande le capacità dell’assetto sul campo, rafforzando i sistemi in scenari di vario tipo come quelli caratterizzati da alte temperature (vedi aree come il Medio Oriente e l’Africa), attraverso l’integrazione di Generator Cooling e Charge Compartment Cooling Systems. Inoltre, sono stati introdotti un sistema antincendio nell’abitacolo dell’equipaggio e un “Live Firing Box”. Questa è costituita da una selezione di strumenti che consentono la pulizia e la manutenzione “in missione” dei meccanismi di tiro. L’aggiornamento del PzH2000M è stato appaltato a Krauss-Maffei Wegmann (KMW), attraverso una gara internazionale supportata dalla Direzione degli Armamenti Terrestri del ministero della Difesa italiano, e tutte le fasi del progetto sono state completate nell’estate di quest’anno.

Back To Top