skip to Main Content

Forze Armate: EDA lancia ARTUS, robot a supporto della fanteria

L’Agenzia di Difesa UE (EDA) lancia il progetto ARTUS: uno sciame di robot a supporto della fanteria. Il sistema opererà in “sciami”, migliorando la sicurezza dei militari, la mobilità e la flessibilità nelle missioni. Anche su terreni difficili e in pendenza

Si chiama ARTUS (Autonomous Rough-terrain Transport UGV Swarm) ed è un robot che supporterà le missioni della fanteria. L’Agenzia di Difesa Europea (EDA) ha appena cominciato a sviluppare il progetto, che ha un budget per ora di circa 1,5 milioni di euro. Il sistema, che opererà in più unità (sciami) garantirà un carico utile aggiuntivo sostanziale per i militari e sarà in grado di operare in ambienti difficili, comprese aree densamente boscose o in pendenza. Inoltre, potrà reagire in modo autonomo a sviluppi imprevisti. L’obiettivo è aumentare la mobilità e la flessibilità dell’unità a cui è assegnato, migliorando sensibilmente il livello di protezione generale delle truppe. L’iniziativa è sviluppata da un consorzio di imprese, guidato dalla tedesca Fraunhofer Gesellschaft zur Förderung der Angewandten Forschung E.V. Vi fanno parte anche ONERA (France), Diehl Defence (Germania) e CharismaTec (Austria).

Photo Credits: Bundeswehr/Fraunhofer FKIE

Back To Top