skip to Main Content

Cybercrime, campagna phishing in Italia via Eni Gas e Luce

Analisi tecnica del malware Hunter JAMESWT

Campagna phishing in Italia via Eni Gas e Luce. Una mail o un sms invitano l’utente ad aprire un link, che porta a una falsa pagina dell’azienda. Obiettivo: rubare credenziali e info private

Nuova campagna phishing in Italia usa Eni Gas e Luce come esca. La mail o l’sms invitano la potenziale vittima ad aprire un link, che punta a una pagina scoperta da MalwareHunterTeam, dove inserire i propri dati personali e della carta di credito.

Concluso il passaggio, verrà caricata una nuova schermata in cui digitare il codice sms o OTP, teoricamente inviato al numero di telefono che l’utente ha inserito nel form.

Digitando qualunque combinazione, si aprirà un’ulteriore pagina dove si conferma che l’operazione è andata a buon fine.

Dopo poco, inoltre, la vittima sarà re-indirizzata al reale sito web istituzionale di Eni Gas e Luce. Intanto, però, le credenziali e i dati personali dell’utente sono stati rubati dai cyber criminali dietro alla truffa.

Back To Top