skip to Main Content

Cybercrime, Agent Tesla attacca con l’esca dei corrieri

Analisi tecnica del Malware Hunter JAMESWT

Torna la campagna Agent Tesla a tema corrieri. L’esca è una falsa spedizione DHL. L’allegato, se aperto, contatta un link da cui viene scaricato il malware e i dati vengono esfiltrati via SMTP

Agent Tesla torna nella sua campagna globale con una trappola a tema corriere. L’esca è la presunta ricevuta di una spedizione da parte di DHL, allegata alla mail. Si tratta di un file .doc che, se aperto, contatta un link da cui viene scaricato il malware. L’obiettivo del cybercrime è utilizzarlo per rubare dati sensibili dalle vittime, che vengono poi esfiltrati via SMTP. Agent Tesla, infatti, tramite la funzione keylogger, è in grado di acquisire tutto ciò che l’utente digita. Può anche rubare email e credenziali del browser e acquisire schermate. Infine, ha la possibilità di impartire comandi da remoto sul PC infetto, come scaricare payload aggiuntivi o aggiornare quelli presenti.

La falsa mail di DHL

La comunicazione con l’SMTP

Back To Top