Turchia e Qatar sviluppano insieme la rispettiva cybersecurity

Film Cinema Qatar Turchia Ankara Doha Hacker Usa India Pentagono DTTI Comitato Forze Armate Senato Congresso New Delhi Cybersecurity Italia GCI ITU Australia Indonesia MoU

Accordo TUBITAK-QNRF dopo visita di una delegazione del Qatar ad Ankara

Turchia e Qatar incrementano la collaborazione sulla cybersecurity. L’Istituto di Ankara per la Ricerca Tecnologica e Scientifica (TUBITAK) e Il Fondo di Doha per la Ricerca nazionale (QNRF) hanno stabilito di sviluppare la sezione legata alla sicurezza informatica, nell’ambito di un accordo sulla cooperazione scientifica e tecnologica bilaterale. L’intesa era stata firmata a dicembre 2015 dai due paesi, in occasione di una visita in Qatar del presidente turco Recep Tayyp Erdogan. La decisione è stata presa a seguito di una visita al TUBITAK di una delegazione dell’emirato, avvenuta la scorsa settimana. Nell’occasione le parti hanno avuto diversi incontri, nei quali si è deciso di concentrare i primi progetti dell’Accordo nel campo della cybersecurity e nella previsione e contrasto delle minacce provenienti dal cyberspazio. Che provengano dal cybercrime o da azioni di cyberwarfare, portate avanti da attori a livello nazionale.

Qual è l’oggetto della cyber cooperazione tra Ankara e Doha

In particolare la collaborazione cyber tra Turchia e Qatar sarà dedicata, almeno per il momento, a progetti per lo sviluppo di tecnologie di protezione. Da minacce informatiche alle infrastrutture critiche, alle banche o alle istituzioni. Inoltre, si lavorerà per proteggere le comunicazioni e le reti energetiche di entrambi o i paesi. A ciò si aggiunge che verranno rafforzate la tecnologia degli smartphone e tablet (mobiule) e saranno sviluppate applicazioni smart. Queste permetteranno di immagazzinare grandi quantità di dati attraverso cloud dedicati, che saranno blindati da cyber minacce e attacchi. Per far ciò, Ankara e Doha formeranno 2 consorzi aziendali del settore pubblico e privato nazionali. Ognuno di essi sarà finanziato inizialmente con 2 milioni di dollari per implementare progetti congiunti con l’altro.

Perché Turchia e Qatar hanno deciso di operare insieme

La protezione cyber per la Turchia e per il Qatar oggi più che mai è strategica. Entrambi i paesi, infatti, sono al centro di dispute diplomatiche anche se per motivi diversi. Il primo a seguito della stretta sui diritti umani e sugli arresti in massa di oppositori, attivisti e giornalisti avviata da Erdogan dopo il fallito golpe dell’anno scorso. Il secondo, in quanto è accusato di finanziare il terrorismo e di ingerenze negli affari interni di alcuni paesi. Da qui una serie di nazioni arabe e africane hanno congelato o interrotto le relazioni. Peraltro, sia la Turchia sia il Qatar sono stati vittime recentemente di cyber attacchi. Di conseguenza, hanno deciso di unire gli sforzi per proteggersi a vicenda, senza dover chiedere aiuti esterni.