Iraq, ucciso l’emiro Isis con un occhio solo. Ok su offensiva Tal Afar

Iraq Isis Emiro Occhio Solo AlAawar Passaporti Falsi Mosul ISF Isil Daesh Stato Islamico ISF Tal Afar Mansour

L’emiro Isis con un occhio solo ucciso in un raid su una casa-rifugio

Isis in Iraq perde un comandante eccellente. E’ Abu Wahab al-Iraqi, anche noto come al-Aawar, l’emiro con un occhio solo. Il comandante Daesh è stato ucciso in un raid aereo ad al-Riyad, a sud di Kirkuk. Insieme a lui hanno perso la vita altri 5 miliziani, che si trovavano all’interno di una casa-rifugio dello Stato Islamico. Al-Aawar era a capo dei jihadisti Isil ed era molto vicino al cosiddetto emiro del Califfato di Kirkuk. Il siriano che si è autoproclamato leader dei terroristi nella zona e ha eletto a sua roccaforte Hawija, imponendo una versione molto rigida e ferrea della Sharia a tutti gli abitanti e agli estremisti presenti nell’area.

Decolla a Tal Afar il mercato dei passaporti falsi. I jihadisti e capi isis li cercano per fuggire prima della battaglia

Intanto a Tal Afar, l’altra roccaforte Isis in Siria, tra i miliziani è caccia ai documenti di viaggio falsi per cercare di lasciare la zona. Il costo di un singolo passaporto per i jihadisti ha raggiunto quota 5.000 dollari. A venderli ai defezionisti Daesh sono alcuni contrabbandieri, che forniscono loro armi o altri equipaggiamenti in cambio di denaro. Negli ultimi tempi, secondo l’intelligence locale, c’è stato un incremento delle richieste. Non solo da parte di semplici combattenti, ma anche dei leader dello Stato Islamico in città. Questi sono disposti a pagare il doppio, fino a 20.000 dollari, pur di ricevere il titolo di viaggio immediatamente. In molti, infatti, cercano di raggiungere i paesi vicini prima che cominci la battaglia finale per la liberazione di tal Afar. Il fenomeno, peraltro, si sta cominciando a vedere anche a Kirkuk.

L’offensiva a Takl Afar diventa molto vicina. Trovato l’accordo finale e una divisione dell’esercito iracheno spostata da Mosul verso tal Afar

L’offensiva finale a Tal Afar, comunque è molto vicina. I vari attori iracheni in campo hanno trovato un accordo finale e si apprestano a dare il via alle manovre anti-Isis. tanto che una divisione dell’esercito ha lasciato Mosul e si sta velocemente dirigendo verso la nuova roccaforte Daesh. Altre unità, invece, vi stanno convergendo da Erbil, Baghdad e diverse zone del paese tra cui Anbar.